giovedì 25 agosto 2016

Recensione #18 Il volo dei gabbiani di Ginevra Tomas

Ehi lettori!
Sono tornata con una recensione, di un libro che mi è piaciuto veramente tanto, e non vedo l'ora di parlarvene, ma prima devo dirvi una cosaa.
Ho deciso di non fare un voto da 1 a 5 ma da 1 a 10, perché riesco a "spaziarmi" meglio, e non so mi trovo meglio con questo tipo di voto.
Poi ancora prima di iniziare ho ancora degli annunci da fare haha, viva le belle premesse!
Sto preparando per la sezione film la recensione di Suicide Squad, ma se vedete quanti post sto preparando per voi, capireste, il prima possibile (che potrebbe essere anche tra un mese haha, ma siamo positivi) la farò e la posterò.
Ma ora iniziamo!


Titolo: Il volo dei gabbiani
Autrice: Ginevra Tomas
Casa editrice: Fondazione Zanetto
Genere: Narrativa contemporanea 
Prezzo: 14,00 euro



Trama: Lucia ha solo tredici anni quando tutto ha inizio, eppure è già perdutamente innamorata di Luca, vent'anni, bellissimo e inavvicinabile. Il suo è un sentimento profondo, viscerale, che nasce da un'affinità elettiva che lei ha riconosciuto nonostante la sua giovane età. Cresciuto con due genitori amorevoli, un fratello e due sorelle, tutti più piccoli di lui, Luca è il tipico bravo ragazzo, serio, di poche parole, educato e maturo, disposto a impegnarsi fino in fondo per raggiungere i suoi obiettivi.
 Lucia è poco più di una bambina, ingenua, solare, estroversa e curiosa, sebbene la sua storia sia stata segnata da un passato drammatico che ha lasciato nella sua vita una scia di sofferenza. Nonostante le differenze un tratto li accomuna: l'amore per la famiglia per la quale entrambi sono disposti a tutto. E per Lucia la famiglia sono due uomini speciali, suo padre Riccardo e nonno Piero, sempre pronti a sostenerla con il loro affetto incondizionato. E' proprio nel dramma che il suo destino incrocia quello di Luca in un incontro che cambierà il corso delle loro esistenze.
 Sullo sfondo di una Milano di periferia, quella del naviglio Martesana e della sua suggestiva unicità, Luca e Lucia scopriranno, attraverso l'esplorazione dei loro sentimenti e della sensualità, la forza di un legame a cui sembrano predestinati. Una storia d'amore, d'amicizia e di affetti famigliari autentici in cui tre generazioni si confrontano attraverso vicende che, intrecciandosi, mettono a nudo un'ampia gamma di esperienze e di emozioni, dalla sofferenza più cupa alla passione più ardente, in un unico filo conduttore.


Recensione: La storia parla di Lucia, che all'inizio del romanzo è una giovane ragazza di tredici anni, perdutamente innamorata di Luca, che oltre ad essere inavvicinabile per la sua età, c'è un altro problema che si presenta all'inizio del romanzo: Andrea, il fratello minore di Luca.
Perché? scopritelo leggendo il fantastico libro di Ginevra Tomas:) HAHAH, non faccio spoiler, leggetelo e non ve ne pentirete!
Per quanto riguarda il romanzo in generale, è scritto in terza persona, e questo da un ampia visione della storia, che non narra solo le vicende di Luca e Lucia, ma anche quella di nonno Piero e di papà Riccardo, due persone magnifiche che nonostante abbiano subito una grave perdita, la stessa che ha avuto la "piccola" Lucia, ogni giorno trovino un motivo per sorridere di nuovo.
Il romanzo dopo le prime settanta pagine subisce un salto temporale di tre anni, infatti Lucia sarà in quarta superiore, e da piccola ragazza, inizia a diventare una giovane donna.
La nostra protagonista mi è piaciuta tantissimo, l'ho travata una ragazza forte, che nonostante tutti gli ostacoli che la vita le ha posto davanti, continua a sorridere, nonostante il vuoto della perdita di sua madre, si faccia costantemente sentire.
Luca anche lui è un personaggio che ho adorato, non trapela mai nulla dal suo sguardo, è un po' il tipico ragazzo bello, ma con quel qualcosa in più che te lo fa amare!
Ho apprezzato tutti i personaggi, dai protagonisti a quelli secondari, nessuno in questo libro ha avuto una vita facile, però è sempre andato avanti, continuando a lottare, ed è questo di questo libro che ho
apprezzato particolarmente dei personaggi: la forza.
Sono tutti personaggi incredibilmente forti.


"Sembrava un angelo caduto,
un bravo ragazzo a cui piaceva interpretare
il ruolo del duro."


Questo libro mi ha fatto riflettere molto, mi ha fatto capire che non puoi decidere di chi innamorarti, che il cuore non si comanda, succede e basta.
Che per quanto tu possa provare a reprimere questi sentimenti, il cuore non si comanda!
Che se una famiglia è unita, piò superare qualsiasi ostacolo.
Una storia coinvolgente, commovente e realisica.
Credo che una storia cos' vada letta almeno una volta nella vita, sono sicura che lascerà qualcosa anche a voi, sono certa, che potrete ritrovarvi almeno in uno dei personaggi, che sono incredibilmente veri, mi sembrava di esserci io nella storia!
Lo stile di scrittura dell'autrice è molto scorrevole, i dialoghi sono ben costruiti, e il suo stile di scrittura l'ho trovato molto coinvolgente, infatti mi veniva una voglia costante di leggere questo libro, in parte per la storia, in parte anche perché l'autrice è riuscita a coinvolgermi, e a farmi amare tutto ma proprio tutto di questo libro.
Il finale l'ho trovato perfetto per il libro, era assolutamente adatto e come ho detto prima perfetto!

Voto: 9/10

E niente lettori la recensione finisce qui, io spero che vi sia piaciuta e che darete una possibilità a questo romanzo, che merita molto!
Complimenti a Ginevra Tomas, per il suo romanzo d'esordio:)
Alla prossima!



7 commenti:

  1. mi incuriosisce tantissimo, devo prenderlo assolutamente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te lo consiglio tantissimo è un bellissimo libro^^

      Elimina
  2. Bella recensione, recensisci proprio bene:) Un bacio, Martina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, sono contenta che ti sia piaciuta:)

      Elimina
  3. Io l'ho letto e confermo ogni parola di questa recensione: un libro che vale la pena leggere, una storia d'amore unica che sicuramente vi lascerà qualcosa di magico nel cuore. Complimenti per il tuo blog! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille^^
      Si hai proprio ragione, è un libro che merita di essere letta, almeno una volta nella vita!

      Elimina
  4. Premettendo che la mia prima recensione sul blog è stata proprio di questo libro, tu sei BRAVISSIMA! Hai saputo cogliere gli aspetti positivi del libro! Confermo il fatto che i personaggi sembrano molto vicini alla vita reale, e senza problema ognuno di noi può immedesimarsi in loro. Complimenti <3

    RispondiElimina